loading

Dannatamente fragile

Chiara, una donna di 30 anni, vive una vita tranquilla assieme al suo compagno Stefano nella Milano dei giorni nostri. Un giorno qualcosa cambia la sua esistenza, qualcosa le fa scoprire la sua fragilità di essere umano, qualcosa che non riesce a dire a Stefano, che preso dal suo lavoro non si accorge del mutamento di Chiara. Chiara non riesce ad accettare il fatto che qualcos’altro abbia preso il controllo della sua vita, nonostante lei cerchi in tutti i modi di ristabilire un contatto con il suo corpo e la sua mente. Una sera Chiara e Stefano hanno una discussione in cui la donna cerca in tutti i modi di farsi odiare facendo credere a Stefano che la causa del suo cambiamento è la mancanza d’amore e passione nella loro relazione. L’uomo ci crede a tal punto da scatenarsi in lui una reazione violenta ma che placa in tempo andandosene di casa. Chiara a questo punto è sola, alla ricerca di un modo per sentirsi nuovamente padrona della sua vita, e quando capisce che in fondo non lo è mai stata, farà i conti con il suo essere così dannatamente fragile.